Software e Apps: Video, Giochi, Musica, Chromecast, VoIP

 Software e Apps: Video, Giochi, Musica, Chromecast, VoIP

Linux

Software a pagamento? Gratis se usi Linux

lightzone grafica gratisUna nuova tendenza si sta affermando negli ultimi mesi, quella di rilasciare gratis software commerciali se si usa il sistema operativo del pinguino. In poche parole, lo stesso identico software lo paghi se usi Windows o Mac OS X, lo installi gratis se usi Linux.

Ha iniziato un pò di mesi fa Xara, con il software di grafica Xara Xtreme, un programma di grafica vettoriale abbastanza diffuso in ambiente Windows con cui è possibile editare fotografie e creare illustrazioni e grafica per il web.
Xara ha deciso di rilasciare i codici sorgenti di questo software e di svilupparne una versione open source per Linux.

Credevo si trattasse di un caso isolato, non ho idea del perchè una software house che vive di vendite abbia deciso di rilasciare i sorgenti del proprio software, forse per avvalersi della collaborazione di centinaia di volontari della comunità Linux per sviluppare le future versioni?

Oggi, leggendo questo post, ho scoperto altri 2 software che vengono rilasciati gratis solo per Linux. Si tratta di software chiusi, quindi il codice sorgente non è stato “aperto” come con Xara Xtreme, ma quello che conta è che i 2 programmi sono a pagamento se si usa Windows o OS X, e gratuiti se si usa Linux.

Il primo è LightZone un software di grafica a uso “fotografico” che permette di gestire direttamente il formato RAW delle macchine fotografiche, quindi la fotografia “grezza”. Le versioni per Windows e Mac OS X di questo programma sviluppato in java costano alcune centinaia di dollari, ma se usi Linux non paghi.

Infine AstroMenace, un gioco di combattimento spaziale in 3D che viene rilasciato con 2 diverse licenze, la versione gratuita per Windows è solo una demo, per la “full” ci vogliono circa 15 $, la versione “full” per Linux è rilasciata come freeware gratuita.

Può darsi che esistano altri software commerciali rilasciati gratuitamente per Linux, può anche darsi che questi 3 casi siano e rimangano isolati, ma mi piace pensare che in futuro ci saranno sempre più programmi rilasciati con differenti licenze a seconda del sistema operativo (platformware?).

Quali motivi potrebbero spingere una software house o un piccolo programmatore a compiere questo passo?

  • Linux è ormai pronto per gli utenti domestici
  • rilasciando un software gratuito solo per Linux ci si conquista una buona fetta di utenti e in futuro…
  • per windows esistono troppi software gratuiti, troppo difficile farsi notare
  • Linux ha una comunità di sviluppatori volontari enorme, perchè non farsi dare una mano?
  • la microsoft tende a cannibalizzare i software che hanno conquistato una larga diffusione. Al prossimo sistema operativo MS rilascerà un software uguale preinstallato, vedi Netscape vs Internet Explorer, Realplayer e Winamp contro Windows Media Player, l’antivirus incorporato in Windows Vista per far fuori McAfee e company. Tutto questo con Linux non è possibile.

La Killer Application per far decollare Linux?
Da anni si aspetta l’uscita di un software “innovativo” che da solo faccia da traino all’espansione di Linux, forse questo software non verrà mai creato, forse una bella mano la potrebbe dare la Adobe rilasciando Photoshop, Dreamweaver, Fireworks, Flash e gli altri software per Linux, anche a pagamento questi programmi potrebbero dare un contributo notevole, ma forse la vera Killer Application per Linux è Linux, la filosofia che sta dietro a questo sistema operativo, la comunità che supporta Linux.

link:
Xara Xtreme per Linux
Xara Xtreme per Windows

http://sonic.net/~rat/lightcrafts LightZone per Linux
http://www.lightcrafts.com LightZone per Windows

AstroMenace per Windows e Linux

  • Se ti è piaciuto l'articolo Software a pagamento? Gratis se usi Linux lo puoi condividere inserendo questo codice:

    <a href="https://www.gratisinlinea.it/brevi/247-software-a-pagamento-gratis-se-usi-linux/">Software a pagamento? Gratis se usi Linux</a>

3 Commenti

  1. o22y

    rilasciando un software gratuito solo per Linux ci si conquista una buona fetta di utenti e in futuro…

    la prima dose e sempre gratis… 🙂

    (p.s speriamo di no…)

  2. e poi più che l’aspetto del gratuito (importante) bisogna vedere quello del fatto che linux sia SOFTWARE LIBERO.
    Il software libero, di cui è composto il sistema GNU che seleziona solo applicazioni e risorse libere per implementare il proprio sistema, così come il kernel Linux, è infatti la “base ideologica” su cui si basa tutta la comunità che sta attorno a Linux (e non solo).

    Un software può definirsi libero se da all’utente queste libertà:
    – libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo (libertà 0)
    – libertà di di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1)
    – libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2)
    – libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3)

    L’accesso al codice sorgente è quindi un pre-requisito che un software deve avere per essere libero.
    Se un software è libero non siamo dipendenti da una multinazionale che detiene il monopolio facendo il brutto e il cattivo tempo,
    ma possiamo decidere di rivolgerci allo sviluppatore che più ci sembra valido per delle modifiche e supporto per il programma libero di cui abbiamo bisogno, facendo anche crescere l’area in cui ci troviamo e non mandando necessariamente invece i capitali all’estero.
    È questo su cui si basa GNU/Linux e la sua immensa comunità, sulla libertà e la cooperazione libera.
    Ci sono varie licenze libere, tra cui la più diffusa, quella elaborata dalla Free Software Foundation: la GPL, che è una licenza libera con permesso d’autore, che in poche parole stabilisce che il software sotto questa licenza deve essere re-distribuito (anche con modifiche) senza restrizioni per nessun utente, quindi nuovamente sotto la GPL, questo a garanzia delle 4 libertà dell’utente.
    Per questo è molto importante GNU/Linux come software libero, oltre alla superiorità tecnologica che comunque è un aspetto secondario rispetto alla libertà dell’utente.

    Molte persone confondono spesso però Software Libero con Open source ma, seppur abbino molti punti in comune, le due entità sono parallele ma diverse: l’open source stabilisce semplicemente che il codice sorgente di un’applicazione deve essere disponibile per una questione di praticità in quanto lo sviluppo del software è così molto più veloce e pratico, ma non stabilisce assolutamente la libertà degli utenti. Una licenza open source può porre varie restrizioni all’utente, e quindi non dobbiamo confonderla con il software libero, anche se in alcuni casi sono molto vicini, le due cose sono distinte.

    Il Software libero, così come GNU/Linux, è quindi una grande risorsa da portare avanti e sostenere con forza, perchè da la libertà all’utente e si contrappone al software proprietario, che nega le libertà all’utente non permettendogli di studiare, modificare, distribuire, aiutare la comunità con dei miglioramenti, facendolo essere un cattivo vicino (come dice Richard Stallman), e non facendo avere il reale controllo della macchina, perchè essendo un software chiuso non possiamo sapere come opera e cosa fa realmente.

    Nei paesi in via di sviluppo il software libero è l’unica possibilità di informatizzazione, sia sul fatto economico che etico.
    I ragazzi nelle scuole devono essere educati all’uso di software libero, non proprietario, perchè quando cresceranno altrimenti saranno sempre dipendenti dal monopolio di Microsoft, non liberi, e costantemente costretti a pagare.

    Il software libero non è comunque sinonimo sempre di gratis, in quanto esistono varie versioni commerciali e professionali a pagamento e di supporto essendo comunque software libero.

    W la libertà!

    Free Penguin

    http://www.freepenguin.135.it

  3. s3inn

    sono daccordo, ma alla gente comune non frega nulla se un software è gratuito perchè “open”, perchè freeware o shareware, quello che conta è che si possa usare gratis, spesso non conoscono nemmeno la differenza fra software libero e software gratuito.

Commenti chiusi

Software e Apps: Video, Giochi, Musica, Chromecast, VoIP   Pagina Bloglovin



Software e giochi freeware e open-source per Windows, OS X, Linux e Android. Trova e scarica le migliori App per video, musica, grafica, fotoritocco, messaggistica.


Sei libero di: copiare, modificare ed esibire gli articoli in pubblico, a condizione di attribuirne la paternità sempre e comunque al sito Gratisinlinea.it, indicando nome e URL.